Da Classico Commercialista a Consulente a 360 gradi!

A differenza del passato, il professionista che opera nel contesto odierno delle Piccole e Medie Imprese (“PMI”) deve “spogliarsi” dalla veste del classico commercialista e “vestire i panni” di “consulente a 360 gradi”, ossia di colui che non limiti la propria attività alle semplici verifiche di natura amministrativa, contabile e fiscale, ma che si spinga oltre, implementando sistemi di controllo interno, in grado di monitorare l’andamento dell’impresa e del mercato in cui essa opera, nonché sistemi di valutazione delle performance aziendali.
A tale consulente è richiesto pertanto il requisito di possedere una professionalità poliedrica, frutto del giusto mix di esperienze, competenze e abilità non solo in ambito economico, statistico e gestionale, ma anche in campo organizzativo, commerciale, di marketing e comunicazione.

Quali sono i motivi di tale radicale mutamento?
Oltre alla forte instabilità economica e alle profonde mutazioni dello scenario attuale di mercato, l’esigenza di avvalersi di professionisti eclettici e preparati, è motivata anche dal fatto che in una PMI non è più sufficiente per l’imprenditore, in ambito decisorio, disporre di intuito e di conoscenza del proprio settore, in quanto necessita in misura maggiore rispetto al passato di informazioni precise e strutturate sull’andamento del proprio business.
Infatti la “tempestività” e la “selettività” delle informazioni sono oggi esigenze molto avvertite da parte di coloro che guidano le imprese, che sono chiamati sempre più spesso ad assumere rapide decisioni e che necessitano quindi di un costante supporto di consulenza strategico, finalizzato ad indirizzare le azioni dell’imprenditore.

Che cos’è il “B.O.A.” (“Business Owner Assistant”)?
L’acronimo “B.O.A.” sta per “Business Owner Assistant”, ovvero una nuova figura di professionista “avanzato”, che assiste l’imprenditore nella delicata fase dell’analisi, valutazione e messa in atto delle strategie aziendali.
Per descriverlo meglio possiamo richiamare alla mente l’immagine di una grossa “boa” visibile in mezzo al mare: è un punto di riferimento molto chiaro per i naviganti (imprese) che devono fronteggiare le tempeste (mercati).
Oltre a possedere capacità di “analista dei dati prodotti dai sistemi informativi” trasformandoli in informazioni comprensibili e utili nell’adozione di decisioni nel processo del Problem Solving, deve saper trasformarsi anche in “consulente di business” dell’imprenditore, sviluppando abilità di “lettura” dell’andamento dei mercati attraverso non solo l’analisi ma soprattutto con l’interpretazione degli accadimenti aziendali, che possono essere più o meno correttamente misurabili a seconda di come è stato strutturato il sistema informativo interno.
G&G Consulting: Chi siamo

Noi professionisti di G&G Consulting offriamo consulenza direzionale e gestionale per le PMI e supportiamo gli imprenditori nelle decisioni di natura strategica ed operativa, assistendoli non solo nell’ambito dell’area amministrazione, finanza e controllo, ma anche negli aspetti organizzativi e commerciali della propria impresa.

Ci definiamo i “dottori” delle aziende, in quanto attraverso un “check-up economico-finanziario” verifichiamo lo stato di salute dell’impresa e, una volta condivisi i risultati dell’analisi con la Direzione, identifichiamo di comune accordo la terapia più opportuna per migliorare l’efficienza aziendale.

Nel corso della nostra esperienza professionale abbiamo implementato un’ampia gamma di soluzioni gestionali “ad-hoc” per le PMI ma personalizzabili in base ai settori e alle diverse esigenze aziendali, che sono di supporto all’imprenditore per capire come sta andando il business dell’impresa e come può migliorarlo e che spaziano dalla gestione dei flussi di cassa e della tesoreria all’intero processo di pianificazione economica, senza tralasciare gli aspetti di natura prettamente più operativa, connessi al monitoraggio dell’andamento della gestione aziendale.